News

4 Novembre 2022

Divieto di somministrazione di alimenti ai piccioni

Il Comune di Cervo ha emesso un’ordinanza che vieta, su tutto il territorio comunale, di somministrare ai piccioni e ad altri volatili selvatici granaglie, sostanze di scarto e avanzi alimentari gettandole su suolo pubblico o privato. Contestualmente, l’ordinanza stabilisce che i proprietari di edifici e chiunque a qualunque titolo vanti diritti su immobili esposti a nidificazione e/o allo stazionamento di piccioni o altri volatili debbano mantenere pulite da guano o volatili morti le aree private sottostanti i fabbricati e provvedere a schermare con apposite reticelle o altra idonea modalità, ogni apertura di soffitte, solai, sottotetti, per impedire accesso, riparo o nidificazione. Si invitano inoltre gli interessati a installare, anche in caso di ristrutturazione o interventi di manutenzione, idonei dissuasori sui punti di posa e provvedere alla chiusura di aperture che possano consentire lo stazionamento e nidificazione.

La misura è stata ritenuta necessaria  per favorire l’allontanamento e il contenimento della popolazione di piccioni e di altri volatili selvatici sul territorio comunale, stabilendo il divieto di alimentazione e indicando misure idonee per impedire la nidificazione o lo stazionamento in edifici.

Già segnalata dai cittadini, la presenza di piccioni ha infatti generato a Cervo l’insorgere di problematiche di carattere igienico-sanitario, con conseguenti disagi e rischio potenziale di malattie infettive e parassitarie.  Il Comune risulta da sempre impegnato in una costante e dispendiosa opera di pulizia delle strade pubbliche, in particolare quelle del centro storico, caratterizzate, per la limitata larghezza, da significative problematiche connesse a caduta di guano lungo il passaggio pedonale dai punti di posa sovrastanti (cornicioni, terrazzi, pensiline, davanzali ecc.).

Lo stesso Comune ha inoltre da tempo predisposto misure per allontanare i piccioni da alcuni edifici pubblici con l’installazione di dispositivi di dissuasione per volatili, sia meccanici (reti, punte metalliche) sia elettrici ad emissione sonora a ultrasuoni. L’eccessiva presenza di volatili pregiudica non solo le condizioni igienico-sanitarie ma anche il decoro pubblico: sono numerose le segnalazioni  sugli effetti di deterioramento del suolo e degli edifici, sul degrado delle strutture e il peggioramento delle condizioni igienico-sanitarie dell’abitato determinati dal guano.

I trasgressori saranno puniti con le sanzioni amministrative previste, da € 25,00 a € 500,00.

Leggi l’ordinanza.

Ultimi articoli

News 5 Dicembre 2022

Open day scuola dell’infanzia a Cervo 15 dicembre 2022

L’Istituto Comprensivo di Diano Marina invita all’Open Day per la scuola dell’infanzia. Questo il calendario:   13 dicembre 2022 – h.16.15-18.00 Diano San Pietro, scuola Isabella Lantero Via Colla 4 […]

News 4 Dicembre 2022

Cervo: ordinanza a Rivieracqua per il recupero delle “Morene”

Il sindaco di Cervo ha emesso negli scorsi giorni un’ordinanza contingibile e urgente con cui si rivolge alla Soc. Rivieracqua alla quale chiede di affidare senza indugio, con procedura di […]

News 1 Dicembre 2022

Affidamento del servizio di tesoreria per gli anni 2023/2027- Manifestazione di interesse per essere invitati alla procedura – integrazione e nuovo termine di presentazione

Il Comune di Cervo intende effettuare un’indagine di mercato finalizzata all’individuazione di operatori economici da invitare alla successiva trattativa diretta, ai sensi dell’articolo 1, comma 2, del D.L. 76/2020, convertito […]

News 1 Dicembre 2022

Il presidente della Regione Liguria in visita a Cervo

Mercoledì 30 novembre è stato in visita a Cervo il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti, accompagnato dall’assessore ai trasporti e al turismo Augusto Sartori e all’assessore all’Urbanistica, Edilizia e […]

torna all'inizio del contenuto